“IL BORGHESE GENTILUOMO” di Molier

il borgheseLUNEDI’ 30 SETTEMBRE
ore 16.00|21.00

La Compagnia di Teatro Viaggiante
porta in scena
“IL BORGHESE GENTILUOMO”
di Molier
adattamento di Stefano Micheletti

la storia…
Il signor Jourdain, bravo borghese che potrebbe godersi tranquillamente le ricchezze accumulate col suo lavoro, si è invece testardamente messo in capo di frequentare gente del gran mondo e di seguire maniere e abitudini della nobiltà: per questo, già avanti negli anni, prende lezioni di ballo, e di musica; un maestro gli insegna la scherma e un altro gli propina ridicoli rudimenti di grammatica e filosofia. Così, Jourdain rifiuta tutto quello che faceva parte della sua vita fino a quel momento, compresa la moglie che col suo gagliardo buon senso di piccola borghese tenta invano di ricondurlo alla ragione; egli seguita invece nella sua ridicola follia e rifiuta di dare la figlia in sposa a un giovane che l’ama, solo perché non è nobile; quando la consorte e i servi gli giocheranno una beffa solenne per indurlo a credere che il figlio del Gran Turco vuole diventare suo genero, ci crederà ciecamente, tutto teso a raggiungere l’agognato posto nella buona società.

note
Il borghese gentiluomo fu rappresentato per la prima volta a Chambord, per il divertimento del Re, nel 1670. Molière stesso interpretava il personaggio di Jourdain. Luigi XIV dichiarò: «In verità, Molière, non avete fatto nulla che mi abbia più divertito». Ed è infatti questa una straordinaria commedia in cui la risata fluisce piena e potente e la fantasia si libera in modo travolgente. La ricerca della comicità da parte dell’autore si innesta – come accade in molte altre sue opere – su una monomania (questa volta quella per l’ascesa sociale), che imprigiona il personaggio di Jourdain in una trappola burlesca.